Il Progetto Agape

Sprar Comune di Asti-Chiusano d’Asti 2017.

PIAM, dal 2016 è ente gestore del progetto Sprar (Sistema di Protezione per Richedenti Asili e Rifugiati) “AGAPE” di cui è ente responsabile il Comune di Chiusano d’Asti.

L’area interessata è costituita da Comuni di piccole dimensioni, Chiusano d’Asti (261 abitanti, superficie 2,5 km2), Cortandone (290 abitanti, superficie 5,1 km2), Castellero (304 abitanti, superficie 4,3 km2), Monale (1031 abitanti, superficie 9,1 km2), Settime (530 abitanti, superficie 6,68 km2), collocati in una zona rurale da tempo soggetta al progressivo invecchiamento della popolazione residente e conseguente abbandono del territorio.

Il percorso dei progetti SPRAR, oltre all’accoglienza materiale, prevede servizi orientamento legale, segretariato sociale, mediazione sociale interculturale, orientamento e accompagnamento ai servizi presenti sul territorio.

In collaborazione con Co.Al.A Lavoro, garantiamo agli utenti del progetto orientamento e accompagnamento nella ricerca lavorativa.

In particolare, al raggiungimento del livello A2 di lingua italiana, è previsto per ogni rifugiato un percorso individualizzato finalizzato al raggiungimento dell’autonomia. Questo mediante strumenti informativi, di inclusione e di altre competenze di base, tecniche e trasversali “portabili” anche in territori differenti.

I Numeri

  • Uomini singoli: 31
  • Donne singole: 10
  • Nuclei famigliari: 5

Totale persone accolte: 58 (di cui 12 minori)

Nazionalità:

  • Nigeria: 19
  • Gambia: 10
  • Iraq: 6
  • Afghanistan: 4
  • Sierra Leone: 4
  • Ciad: 4
  • Guinea: 3
  • Sudan: 2
  • Guinea Bissau: 1
  • Libia: 1
  • Ghana: 1
  • Mali: 1
  • Costa d’Avorio: 1
  • Senegal: 1