Il Progetto Prometeo

Sprar Comune di Asti 2017.

Il progetto PRO.MET.E.O. (PROtezione, METodologie, Esperienze ed Organizzazione) si propone la messa in atto di servizi finalizzati all’accoglienza integrata rivolti ai richiedenti protezione internazionale e/o umanitaria, accolti nelle varie strutture presenti nel Comune di Asti. In particolare uomini singoli, donne richiedenti asilo vittime di tratta e nuclei familiari anche monoparentali. Il progetto di accoglienza si basa sull’offerta di servizi di base, quali il vitto, l’alloggio e la fornitura di generi di prima necessità e sulla complementare costruzione di percorsi di inclusione sociale che hanno l’obiettivo di accompagnare i singoli beneficiari, in collaborazione con gli enti e la comunità del territorio, verso l’acquisizione di una piena autonomia sociale, culturale e lavorativa.

Le attività promosse sono svolte in accordo con le indicazioni del “Manuale operativo SPRAR” e nell’intenzione di far fruttare al meglio le possibili sinergie con altri enti pubblici e privati dei territori limitrofi. Negli anni passati, infatti, le aree dell’alessandrino e dell’astigiano hanno visto maturare un vero e proprio sistema integrato di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e/o umanitaria, che ha permesso di gestire in maniera ottimale situazioni specifiche, garantendo una qualità di servizio superiore, in quanto fondata sulla collaborazione di figure professionali distinte.

I Numeri

  • Uomini singoli: 31
  • Donne singole: 10
  • Nuclei famigliari: 5

Totale persone accolte: 58 (di cui 12 minori)

Nazionalità:

  • Nigeria: 19
  • Gambia: 10
  • Iraq: 6
  • Afghanistan: 4
  • Sierra Leone: 4
  • Ciad: 4
  • Guinea: 3
  • Sudan: 2
  • Guinea Bissau: 1
  • Libia: 1
  • Ghana: 1
  • Mali: 1
  • Costa d’Avorio: 1
  • Senegal: 1